opac, catalogo, online,servizi, biblioteca, sebina

BIBLIOTECA COMUNALE MOMO DI SORBOLO

Indirizzo:

via Gruppini 4

43058 SORBOLO

Contatti:

Tel.: 0521669644

Fax: 0521669669

E-Mail: biblioteca@comune.sorbolo.pr.it

Web: http://www.comune.sorbolo.pr.it/page.asp?IDCategoria=2497&IDSezione=0&ID=380533

Orari

dal 01/01 al 31/12

Lunedì:
15,00 - 18,30
Martedì:
15,00 - 18,30
Mercoledì:
09,00 - 12,30
Giovedì:
15,00 - 18,30
Venerdì:
09,00 - 12,30
Sabato:
09,00 - 12,30

Una biblioteca immersa nel verde

La biblioteca comunale Momo di Sorbolo si trova all'interno uno dei più antichi e tipici fabbricati colonici della bassa parmense, risalente al 1700, recuperato dall'Amministrazione Comunale e destinato a Centro Civico Culturale.


L'edificio, conosciuto come Casa Pezzani, dal nome della famiglia che ne era proprietaria, è stato ristrutturato rispettando e valorizzando le strutture preesistenti, sia della casa colonica, sia degli edifici annessi, ricavandone al tempo stesso spazi funzionali di suggestiva eleganza.

Nella cornice di un piccolo parco, nel cuore del paese, sorgono insieme biblioteca, sala riunioni, spazi polivalenti e di ritrovo per anziani, che si  possono incontrare e svolgere attività nei locali riservati al Circolo Culturale Ricreativo Autogestito, ma anche luogo di ritrovo per i giovani presso lo Spazio Giovani.

Nel mese di maggio 2018 è stato fatta una sorta di consultazione popolare, lasciando schede ed urne in diversi posti del paese, cercando di raccogliere i suggerimenti e le indicazioni di tutte le persone interessate.
Il nome che è stato scelto è Momo.
Momo è il personaggio principale dell’omonimo libro scritto dal tedesco Michael Ende nel 1973.
Momo è una ragazzina orfana, analfabeta, non sa contare e non sa quanti anni abbia, ma ha l'abilità straordinaria di saper ascoltare, ascoltare davvero: vicino a lei le persone si sentono accolte e riescono a trovare in sé stesse le risposte ai loro problemi, facendo pace gli uni con gli altri e dando valore e senso al proprio tempo. Il consiglio dato alle persone nella città senza nome è "Va' da Momo che ti passa!"; e Momo si circonda di tanti amici.
Così vuole essere la biblioteca di Sorbolo: capace di ascoltare e di aiutare a trovare risposte, avere tanti amici ed essere un “luogo” in cui le persone possano entrare in relazione.